Ligeti, Musica Ricercata per pianoforte

Emanuele Stracchi

György Ligeti, scomparso da dieci anni, è considerato uno dei massimi esponenti della musica contemporanea colta. La caratteristica principale del compositore, comunemente accettata perché desunta da sue dichiarazioni, è stata quella di porre un ponte sotterraneo con la tradizione, cercando sempre di integrare gli elementi più disparati della nostra costellazione musicale in un “collage” originale, a partire dal mondo di Bartόk e dal folklore ungherese, sino alle ricerche di Stockhausen e Boulez, passando per figure ritmiche e melodiche del jazz e della musica extraeuropea.

La produzione ligetiana si delinea in uno sciame di opere “singole”, ognuna delle quali è un mondo a parte, in cui si sintetizza tutta la tradizione e la sapienza appresa da Ligeti durante gli studi, tuttavia senza mai ripetersi in maniera sterile e priva di significato.

L’opera proposta per l’ascolto è Musica Ricercata, una straordinaria suite di undici brani, composti tra il 1951 ed il 1953…

View original post 274 altre parole

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...